Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2021

COME DISPORRE QUADRI E SPECCHI

Immagine
L’arredo di una casa si compone di tanti elementi, ognuno dei quali deve osservare regole ben precise affinché il tutto appaia bello e armonico. Tra questi di certo non possono mancare quadri e specchi, ma posizionarli è sempre un dilemma. Ecco una breve guida su cosa fare e non fare. 1) Innanzitutto quadri, stampe o qualsiasi altro elemento da appendere va suddiviso. Una prima suddivisione va operata separando quadri decorativi( stampe, foto, poster) dalle opere d’arte vere e proprie. Un ulteriore ripartizione può essere effettuata in base al tema rappresentato ad esempio paesaggi, natura, temi astratti ecc… 2) Valutare se questi abbiano una certa coerenza con lo stile dell’arredamento. Quindi fare attenzione ai colori, alla cornice e al materiale di essi perchè una corretta armonia è fondamentale per il giusto completamento dell’ambiente. 3) Prestare particolare attenzione alle dimensioni dell’oggetto da appendere ,che devono essere sempre proporzionate alla grandezza dell’ambiente e

L'ARREDO NEGLI ANNI 60

Immagine
Quei “Favolosi anni 60”… Ricordati con nostalgia da chi li ha vissuti, sono stati il decennio del boom economico, della modernizzazione e della tecnologia. Favolosi perché pieni di vitalità. Hanno portato una ventata di innovazione e fantasia coinvolgendo ogni settore. Questo dinamismo trova terreno fertile nella moda e nel design, che ora diventano fenomeno di tendenza e infrangono con audacia e trasgressione le barriere convenzionali. Negli arredi infatti trionfano forme estrose e originali con un accento futuristico e geometrico, pur mantenendo linee morbide e arrotondate. Influenzato dalla Pop Art e dalle opere di Andy Wharol il colore diventa protagonista. Con toni accesi e brillanti predilige colori come: il giallo, l’arancio, il viola, il verde e il blu elettrico. Si fanno spazio anche gli accoppiamenti con il bianco e il nero, tipica è la pavimentazione effetto scacchiera. Fa il suo ingresso anche la plastica che briosamente colorata ha concepito un nuovo modo di realizzare gl

10 ERRORI DA NON COMMETTERE NELL' ILLUMINAZIONE DI UN AMBIENTE

Immagine
“LA PRIMA CREATURA DI DIO FU LA LUCE” affermava il filosofo Francesco Bacone per sottolineare l’importanza della luce nella vita dell’uomo. La stessa che ha nell’interior design. Pensare alla propria casa come un luogo accogliente e piacevole deve prevedere oltre ai complementi d’arredo anche un buon progetto di illuminazione. Una giusta luce ti permette di vivere la quotidianità in maniera confortevole e svolgere tutte le attività nel modo migliore. Dal cucinare al truccarsi, dal leggere un libro al guardare la tv. Ma saper conciliare gli spazi con l’illuminazione non è così semplice come si pensa e spesso vengono compiuti errori che possono danneggiare la funzionalità della stessa. Piccoli chiarimenti ci aiuteranno a non commetterne. 1) Primo fra tutti è un utilizzo improprio della fonte luminosa, correndo il rischio di un eccessiva illuminazione o al contrario di un insufficiente illuminazione. Tali errori influiscono sulla persona stessa, creando disagio e fastidio agli occhi, con

LA CASA NELLE SUE EVOLUZIONI

Immagine
"Non c'è nessun posto come la propria casa" Durante il corso dei secoli la progettazione di edifici ad uso abitativo ha conosciuto molteplici cambiamenti. Nell’era moderna la casa non è più vista come una semplice abitazione, ma come un dolce e accogliente rifugio, dove tornare.Non a caso L.F.Baum nel celebre romanzo I l Mago di Oz diceva: “Non c’è nessun posto come la propria casa" . Il concetto di casa nasce già in epoca preistorica quando le caverne venivano utilizzate come luogo di riparo e ristoro. Le prime abitazioni costruite con l'ausilio della pietra sono i Nuraghi Sardi che risalgono al secondo millennio A.C. Agli egizi si deve l'invenzione del mattone, ma furono i greci a concepire il primo prototipo di casa. Costituito da un basamento di pietra, mura di mattoni e tetto di tegole ma prive di finestre. La trasformazione della casa continua con l'avvento dei romani. Considerati come degli ottimi costruttori,furono i primi a sondare ed analizzar